Acciaio Inox AISI 316L

E’ un acciaio al carbonio legato con percentuali di cromo, nichel, manganese, molibdeno e altri elementi in minore quantità. Il molibdeno ne aumenta la sua resistenza alla corrosione consentendo l’impiego in condizioni assai gravose come ad esempio in presenza di soluzioni di acido solforico, di acidi organici, di cloruri, ecc..
Ottima saldabilità (senza necessità di successiva solubilizzazione). L’eventuale trattamento di decontaminazione viene evidenziato nel codice con il cambio di lettera da "Y" a "N". Si raccomanda per l’impiego in industrie chimiche, petrolifere, tessili, cartarie, plastiche, navali ed alimentari per la lavorazione di prodotti particolarmente aggressivi.

Decontaminazione o passivazione - Decapaggio

La decontaminazione secondo ASTM A/380-88 o passivazione è un trattamento chimico atto a ripristinare il naturale stato passivo della superfi cie degli acciai inox, eliminando tracce di metalli meno nobili o di depositi vari, possibili cause di innesco di corrosione. Essa si esegue con l’immersione del manufatto in un bagno di acido nitrico diluito per alcuni minuti. Il decapaggio, invece, viene effettuato quando è necessaria la rimozione delle scaglie di ossidi risultanti da saldatura o da elevati trattamenti termici. Tale trattamento molto più aggressivo del precedente, può essere fatto meccanicamente (sabbia silicea, sfere d’acciaio, ecc...) o chimicamente (acido solforico diluito o acido nitrico
più fluoridrico diluiti).

Cataloghi e Listini

Altri documenti

Novità

Condividi contenuti

Contattaci